Non è detto

 

Non è detto che sia sempre il peggio
in vista del traguardo
anticipar la dipartita.
Si può giocar con leggerezza
anche con questa nostra vita
e darle un calcio per gettarla via
come al pallone in fine di partita.
Purché non ti costringano a salire
su un terrazzo e buttarti nel cortile.

Sotto una spessa

 

Sotto una spessa campana di vetro
mi dovrò rifugiare.
Il mio derma è più delicato
di quello d’un neonato
e il mio cuore sobbalza in petto
al semplice sospetto.
Sento dei brividi alla prima brezza
e ogni ombra è una minaccia.
Così vivrò d’una vita riflessa
grazie ai neuroni specchio.

Io vo tessendo

 

Io vo tessendo, quasi fossi baco,
un bozzolo di seta tutt’intorno
a me, sicché non mi ferisca
il dardo della luce e delle voci
che giungono da fuori.
La mia fragilità più non sopporta
l’impatto della vita.
Sopravvivo raccolto in questo nido
donde alcuna farfalla
 giammai non sbucherà.

Se stai bene

 

Se stai bene con una donna,
è benessere, non amore.
Se t’intendi con lei a letto,
è piacere, non sempre amore.
Se costruisci un nido per voi due,
è già un indizio del tuo amore.
Ma se ti spogli d’ogni tua difesa
e t’offri inerme alle sue braccia,
questo è il segno del vero grande amore.

All’alba

 

All’alba, innanzi a sé tutto il tragitto
da compiere; ma giunto poi a sera,
dietro di sé l’occhio del sole
guarda il percorso compiuto nel cielo.
Così il mio sguardo, che già nel futuro
cercava il complemento del presente,
ora ne va cercando nel passato
qualche ristoro, inutilmente.